Apulia Innovation

Innovation Process, Research Centers and Enterprises
Apulia Innovation RSS   Apulia Innovation on Facebook   Apulia Innovation on Twitter
Articles > Focus > Kinect: l'Interfaccia Utente Naturale nella sperimentazione di Media Haka

Kinect: l'Interfaccia Utente Naturale nella sperimentazione di Media Haka

Published on 2011/1/10 (3560 reads)



Kinect: l'Interfaccia Utente Naturale nella sperimentazione di Media Haka

Gran parte delle interfacce utente-computer utilizza strumenti di controllo artificiali le cui operazioni necessitano un training formativo per l'interazione. Recentemente dsigners e sviluppatori hanno reso comune il termine NUI, Interfaccia Naturale per l'Utente, uno studio dell'interazione uomo-macchina che consente di comunicare senza la necessità di controllare strumenti elettronici in tempo reale ma semplicemente acquisendo le conoscenze per una gestualità specifica del corpo e attraverso il riconoscimento vocale. L'interfaccia diventa in questo modo praticamente invisibile.

di Pasquale Direse 





Media Haka, la startup con sede a Barcellona, Roma, Groningen, Castelmaure è il gruppo di ricerca performativa sui nuovi media che sviluppa, tra gli altri, il progetto Apulia Innovation e partirà da gennaio con la nuova sperimentazione nell'ambito delle NUI attraverso lo studio della tecnologia messa a punto da Kinect, commercializzata lo scorso novembre 2010 in Europa da Microsoft per la piattaforma XBox 360.

 

L’esigenza di sviluppare e implementare le nuove tecnologie ipermediali rappresenta per Media Haka il fiore all'occhiello della ricerca che intende indagare e organizzare un sistema complesso di drammaturgia attraverso lo sviluppo di format che spaziano dal "digital storytelling" al "citizen journalism", dall'interaction & urban design alla comunicazione pubblica passando attraverso strategie non lineari di social media hacking, ovvero innovando e indagando la gestione delle communities con soluzioni abduttive.

 

L'utilizzo di un'interfaccia naturale come Kinect consente di amplificare la comunicazione per mezzo dei media digitali rendendo naturalmente mimica e dunque facile l'interazione con essi. Gestualità del corpo e riconoscimento vocale rappresentano due elementi nodali nella comunicazione tra le persone e le NUI rendono possibile l'interazione con il computer proprio attraverso questi segni naturali di riconoscimento, aumentando le possibilità di sviluppo dell'intelligenza artificiale e il miglioramento dell'accessibilità alle tecnologie su larga scala.

 

Nato come accessorio per console di gioco Kinect sarà presto utilizzato anche sui pc dotati del nuovo sistema operativo Windows 8. Nell’ambito della ricerca multimedia hacking di Media Haka il nuovo strumento rappresenta potenzialità performative nell’ambito di un percorso che ha già visto la sperimentazione di nuove forme comunicative attraverso l’interpretazione e l’utilizzo non convenzionale di tecnologie wireless quali Nintendo WIImote e WIIBalance Board in grado di rendere fruibili contenuti multimediali semplicemente attraverso il movimento del corpo nello spazio con device elettronici “non invasivi”. 

 

Una branca della sperimentazione Media Haka mette a punto sistemi per la computer vision volti a minimizzare l’interfaccia elettronica per la fruizione dei contenuti digitali. 

In passato tale tentativo è stato elaborato in ambito performativo in occasione di alcuni eventi organizzati da Urban Experience e dal Performing Media Lab a Roma e a Casale Monferrato. 

 

Kinect è una tecnologia a basso costo (prezzo di mercato 150euro ca.) in grado di amplificare notevolmente le possibilità della visione artificiale e del riconoscimento vocale e pertanto rappresenta uno dei nuovi orizzonti sperimentali del gruppo di ricerca dislocato attualmente tra Spagna, Olanda, Italia e Francia.

 


Breve storia delle
NUI 

Nel 2006 Christian Moore ha fondato presso Microsoft un gruppo aperto di ricerca con l’obiettivo di discutere e sviluppare le tecnologie d’interfaccia utente naturale. Nel 2008 August de los Reyes nella presentazione della conferenza “Predicting the past” ha descritto le NUI come la futura evoluzione del passaggio storico dalle CLI (Command Line Interface, l’interazione uomo-macchina tramite tastiera) all’Interfaccia Grafica (GUI), ideata da Douglas Engelbart (creatore anche del concetto di ipertesto) e diffusa nel 1981, ancora oggi comunemente utilizzata dagli utenti che maneggiano un computer. 



Per circa 30 anni il successo del mouse (e della tastiera) ha permesso l’approccio al computer ad un esteso numero di utenti su scala mondiale fino a quando nel 2010, Bill Buxton (Microsoft) ha ribadito l’importanza e l’innovazione dell’interfaccia grafica naturale presentata ufficialmente attraverso una dimostrazione pratica durante il Consumer Electronics Show del 2010.

 


La Tecnologia Kinect

 
 

Kinect, meglio noto inizialmente come Progetto Natal è un sistema dotato di telecamera RGB (a colori), doppio sensore di profondità a raggi infrarossi composto da un proiettore infrared e da una telecamera sensibile alla stessa banda elettromagnetica. La tecnologia hardware di questa telecamera (sviluppata dalla company israeliana 3DV successivamente acquistata da Microsoft) è detta TOF (Time Of Flight) e consente di interpretare, attraverso l’elaborazione di specifici algoritmi, i dati relativi alla distanza consentendo una "mappatura" tridimensionale dell’oggetto ripreso in tempo reale.

 

Dispone inoltre di quattro microfoni polidirezionali che vengono utilizzati dal sistema per la calibrazione dell'ambiente in cui ci si trova, tenendo conto del modo in cui il suono rimbalza sugli oggetti presenti nello spazio circostante. Così il rumore di fondo viene filtrato ed è possibile riconoscere correttamente i comandi vocali (in Italia, il controllo vocale sarà attivo solo dalla primavera 2011). 

 

La barra Kinect è motorizzata lungo l'asse verticale per seguire i movimenti degli utenti, e orientarsi nella posizione ottimale per il riconoscimento e l’istantanea interpretazione degli stessi. Di fatto, la periferica permette all'utente di interagire con la console senza l'uso di alcun controller da impugnare, ma solo attraverso i movimenti del corpo, i comandi vocali o attraverso la posizione degli oggetti presenti nell'ambiente circostante.

 

Dopo la commercializzazione del prodotto la comunità dei programmatori per lo sviluppo del software libero è al lavoro sulla reingegnerizzazione della periferica per generare applicazioni e modalità di utilizzo non esclusivamente ludiche. Tra le applicazioni non ludiche una delle più interessanti è sicuramente quella sviluppata da due ricercatori dell’Università di Berna che utilizzano Kinect per la visualizzazione e l'analisi di radiografie e tomografie che svincola i medici dall'uso delle mani e rende immediata la consultazione degli esami medici, anche durante un'operazione in corso.

 

Media Haka a partire da questo mese inaugura il proprio approccio sperimentale al reverse engineering di questa tecnologia applicandola ai propri progetti di ricerca tra cui T.A.I. (Terapia d’Arte Interattiva, progetto legato alla neuroestetica e allo urban design), Allucinated Journalism (progetto di ricerca performativa in ambito citizen journalism), Digital Storytelling.  

 

di Pasquale Direse





Tags: Research   Enterprise   Video   Social-Networks   Engineering   Electronics   Computer   Media-Haka   Barcelona   Wireless   Interaction-Design   Hypermedia-Punk   NUI  





  Send article

Other articles in this category
La Puglia presenta l'ecosistema innovazione regionale
Organic olive oil: from Apulia some samples
Il Seed Capital: regole e funzionamento
Media Haka e Tecnopolis sul tetto d’Europa: vinta la finale del DigiBIC Award
Media Haka finalista al DigiBIC Award: quando i Media Tattici incontrano i Tecnopoli
Dal Cyberpunk all'Hypermedia Punk: il Citizen Journalism diventa Teatro
Michel Maffesoli: "Technomagie" - Apulia Innovation Videotag
Media Haka towards "transmediale.11", the International Festival of Art and Digital Culture of Berlin
Albert-László Barabási: The first Mover Advantage - Apulia Innovation Videotag
Kinect: l'Interfaccia Utente Naturale nella sperimentazione di Media Haka
The new nanotechnology allows to store bits: ready for commercialization
Le carte di credito diventano computer
Apulia Innovation al Festival dell'Innovazione tra Ricerca, Reti Complesse e Intraction Design
Il Festival dell'Innovazione alla Fiera del Levante: 1,2,3 dicembre 2010
Social Media Book: con Librazioni e Media Haka il libro è Viral
Published on 2013/9/15
smartpugliaexpo.jpg

La Regione Puglia, protagonista nel ruolo di padrona di casa alla quinta edizione barese di Smau, l'evento più importante del settore ICT, ha presentato l'ecosistema innovazione del territorio.

 (Read All)
Published on 2013/9/1
10132_1117194776106_1414098844_30304983_7442182_n.jpg

Promotion of farms is closely linked to the situation of the territory. The most susceptible areas are multi-sector areas. Organic olive oil production in Italy has always represented a vital area with great historical and agricultural value. Organic olive farms are currently opening towards an eco-sustainable and multi-sector approach. Sustainability in olive tree cropping involves the adoption of integrated and organic farming strategies according to the farmers’ background and territory. 

The organic olive oil gains added value from additional certifications (DOP, IGP) as well as from the choice of new promotional and marketing strategies.

 (Read All)
Published on 2012/10/24
invito ws settembre.jpg

Il seminario “Il Seed Capital: regole e funzionamento”, in programma il 25 settembre a Foggia, organizzato dall'ARTI, è finalizzato al trasferimento di know-how operativo attraverso la presentazione e la discussione delle “regole del gioco”, dei meccanismi operativi che ne regolano l’applicazione, delle principali categorie di “attori” e di una selezione di casi concreti.

 (Read All)
Published on 2011/10/25
logo_media_haka.gif

Ventiquattro finalisti da tutta Europa, suddivisi in 12 start-up innovative e 12 realtà territoriali al servizio dello sviluppo tecnologico (incubatori, tecnopoli e BIC), a contendersi 6 premi finali. Sono i numeri della seconda edizione del DigiBIC Award - che si è svolta a Tolone, dal 15 al 17 giugno 2011 -, nell'ambito del convegno annuale del network europeo dei Business Innovation Centre (European BIC Network). A vincere la competizione nella categoria "Creative Marketing, breaking the rules fast" è stata Media Haka, una Start Up Italo-Catalana che si occupa di scienza delle reti e media digitali.

 (Read All)
Published on 2011/6/16
image_mini.jpg

Creativi, ispirativi e smart. Così EBN (European BIC Network), la rete che raccoglie gli attori territoriali dell'innovazione in Europa, vuole che siano i nuovi imprenditori hi-tech, ai quali è offerto il palcoscenico del Ventesimo Convegno Annuale del network (a Tolone dal 15 al 17 giugno 2011) per presentare i casi di successo, elaborare partnership e strategie. Tra i finalisti anche Media Haka, una Start-up italo-catalana, gazzella di Tecnopolis (Parco Tecnologico della Puglia).

 (Read All)
Published on 2011/6/12

In occasione di Ten10, la maratona Cyberpunk in programma a Roma il 9 ottobre 2010, il collettivo Hypermedia Punk ha presentato in anteprima "Hallucinated Journalism" una performance che mette in scena un dialogo tra "L’Artista" e il "Giornalista" in una dimensione spazio-temporale di cui si sono perse le coordinate.

TEN - cyberpunk performance art festival from TEN on Vimeo.

 (Read All)
Published on 2011/6/12

L'intervista di Apulia Innovation Equipe a Michel Maffesoli durante il Public Camp 2010 al Festival dell'Innovazione di Bari (1-2-3 Dic 2010).

 

 (Read All)
Published on 2011/1/21
transmediale_logo.png

In the  Haus der Kulturen der Welt - Berlin will take place, from 1 to 6 of February, one of the international festivals more sensible to the radical changes that distinguish the digital era: Transmediale.11. Media Haka will follow the berliner happening with the accustomed non conventional reportage traced and cast in real time on the platforms Apulia Innovation, Italian Innovation (already in Transmediale 2010) and Sardinia Innovation and on the major social networks.

di Pasquale Direse

 (Read All)